Dislessia Catania. DSA Catania. Associazione Dislessia Vola digitando DSA di Vanessa Vinciguerra. Si occupa di Dislessia e di Disturbi specifici dell'Apprendimento a Catania.

Dislessia Catania. DSA Catania. Associazione Dislessia Vola digitando DSA di Vanessa Vinciguerra. Si occupa di Dislessia e di Disturbi specifici dell'Apprendimento a Catania.

Dislessia Catania. DSA Catania. Associazione Dislessia Vola digitando DSA di Vanessa Vinciguerra. Si occupa di Dislessia e di Disturbi specifici dell'Apprendimento a Catania.

Dislessia Catania. DSA Catania. Associazione Dislessia Vola digitando DSA di Vanessa Vinciguerra. Si occupa di Dislessia e di Disturbi specifici dell'Apprendimento a Catania.


DSA

Cosa è

La Dislessia è un disturbo neurobiologico costituzionale su base prevalentemente genetica. Si manifesta con l’incapacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente.
La Dislessia non è causata da un deficit cognitivo (intelligenza), n’è da problemi ambientali o psicologici, n’è da deficit sensoriali (vista-udito); può essere più o meno grave e spesso si accompagna a problemi nella scrittura e/o nel calcolo.

Come si manifesta

Il ragazzo dislessico può leggere e scrivere, ma riesce a farlo solo impegnando al massimo le proprie capacità e le proprie energie, poiché non può farlo in maniera automatica.
Perciò si stanca rapidamente, commette errori, rimane indietro, non impara (spesso viene scambiato dal genitore e dall’insegnante per pigro o svogliato).
La difficoltà di lettura può essere più o meno grave e spesso si accompagna a problemi nella scrittura (disortografia), nel calcolo (discalculia) e, talvolta, anche in altre attività mentali come la memoria di lavoro che permette la conservazione temporanea di informazioni utili. Tuttavia questi bambini sono intelligenti e - di solito - vivaci e creativi.

Lo studio ti sfinisce?

Errori tipici scuola elementare

Il bambino spesso compie nella lettura e nella scrittura errori caratteristici come l’inversione di lettere e di numeri (es. 21 con 12) o la sostituzione di lettere (m/n; v/f; b/d, a/e), a volte non riesce a imparare le tabelline e alcune informazioni in sequenza come le lettere dell’alfabeto, i giorni della settimana, i mesi dell’anno.
Può fare confusione per quanto riguarda i rapporti spazio-temporali (destra/sinistra; ieri/domani; mesi/giorni) può avere difficoltà nell’esposizione orale di contenuti complessi: in particolare nelle interrogazioni la necessità di controllo linguistico è maggiore e l’emozione pure, quindi la difficoltà emerge in modo più evidente rispetto al linguaggio quotidiano.
In alcuni casi è presente anche la difficoltà in abilità motorie di precisione (ad esempio allacciarsi le scarpe, abbottonarsi…), nel calcolo, nella capacità di attenzione e di concentrazione.
Spesso il bambino finisce con l’avere problemi psicologici, ma questo è solo una conseguenza, non la causa della Dislessia.

Quando leggi vedi le lettere in modo confuso e non riesci a metterle a fuoco?

Errori tipici scuola media

Anche dopo la scuola elementare persistono lentezza ed errori nella lettura (anche se più veloce), che spesso ostacolano la comprensione del testo scritto.
I compiti scritti richiedono un forte dispendio di tempo. Il bambino appare disorganizzato nelle sue attività, sia a casa che a scuola.
Ha difficoltà a copiare dalla lavagna e a prendere nota delle istruzioni impartite oralmente (ad esempio: “Prendete libro di matematica pag. 320 paragrafo 5 esercizio 7…”).
Per questi insuccessi talvolta perde la fiducia in se stesso e può avere alterazioni secondarie del comportamento.

Ti senti angosciato dai continui rimproveri?

Quali sono i Disturbi Specifici di Apprendimento

•Dislessia (difficoltà di lettura);
•Disgrafia (disturbo nell'esecuzione del tratto grafico);
•Disortografia (disturbo della competenza ortografica, cioè difficoltà nel trasformare il linguaggio parlato nel linguaggio scritto);
•Discalculia (difficoltà del calcolo e dell'elaborazione numerica).

Se si ha il sospetto che un bambino abbia Difficoltà di Apprendimento è necessario richiedere una valutazione specialistica (neuropsichiatra infantile o psicologo), da presentare a scuola in tempo utile in modo che possano essere presi i provvedimenti del caso. Lo specialista potrà fare una diagnosi di Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) solo in seguito alla valutazione clinica.

Ti accorgi che la tua fatica nello studio è maggiore di quella degli altri ragazzi?

Normativa di riferimento

La normativa vigente in merito ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento in ambito scolastico è la

legge dell' 8 ottobre 2010 n. 170 e
Linee guida sui DSA 12 Luglio 2011

La normativa sui DSA consiste in una serie di note ministeriali emanate, nel corso degli ultimi anni, dal Ministero dell'Istruzione e da alcuni Uffici Scolastici Regionali.
Tali circolari indicano il dovere da parte delle istituzioni scolastiche di predisporre un Piano Didattico Personalizzato (PDP) , talora indicato anche come PEP (Percorso Educativo Personalizzato) nei confronti di tutti gli alunni con diagnosi specialistica di DSA.
La realizzazione del PDP implica l'adozione di tutte le misure dispensative e compensative, appropriate all'entità e al singolo caso, coerentemente con quanto indicato dalle note ministeriali.
E' opportuno che il percorso personalizzato sia adottato dall'intero Consiglio di classe e adeguato per ogni materia.
E' necessario che nella scelta delle misure compensative e dispensative siano coinvolti, lo specialista, quando possibile, la famiglia e lo studente stesso, che più di ogni altro può esprimere esigenze concernenti la "personalizzazione" del percorso che lo riguarda direttamente e di cui si auspica sia progressivamente sempre più consapevole.
E’ dovere del Consiglio di classe consegnare il PDP alla famiglia entro tre mesi dall'inizio dell'anno per consentire una collaborazione costruttiva.

E se ci fosse uno strumento in grado di aiutarti?

Misure compensative e dispensative

Le misure compensative sono strategie o strumenti informatici e non, che hanno lo scopo di compensare il disturbo.
Al ragazzo DSA, cui è concesso di utilizzare il computer o di essere dispensato da un compito, non è fatto nessuno sconto, gli si permette solo di apprendere con la stessa difficoltà dei non dislessici.
Gli strumenti compensativi sono: il personal computer, la sintesi vocale, la calcolatrice, la tabella delle formule, la tavola pitagorica, l'utilizzo di mappe concettuali o mentali e cartine durante le interrogazioni, il dizionario digitale, una diversa presentazione delle modalità di verifica, ecc...
Sono invece misure dispensative: gli esercizi più corti, evitare la lettura ad alta voce, ridurre i compiti a casa, evitare l'apprendimento mnemonico, ecc. La loro applicazione è prevista dalle note ministeriali in tema di DSA.
L’utilizzo di tali strumenti in classe e a casa non elimina il disturbo, ma agevola l'apprendimento e richiede da parte degli insegnanti la conoscenza del disturbo e delle sue manifestazioni.
Gli ausili utilizzati a scuola e casa devono essere il più possibile adattati alle caratteristiche specifiche di ciascun bambino.

Come si interviene

Gli interventi migliori sono quelli altamente personalizzati. Gli interventi riabilitativi saranno indicati dallo specialista che valuterà quale trattamento, è indicato. Non è possibile individuarne uno efficace per tutti i bambini.
Questo deve essere individualizzato e basato non solo sulle caratteristiche e manifestazioni del disturbo, ma dovrà tenere conto delle abilità integre del bambino, i cosiddetti punti di forza.
I trattamenti riabilitativi non sono comunque indicati nel ragazzo più grande. Gli adulti DSA possono essere sottoposti a valutazione clinico-diagnostica con test specifici diversi da quelli utilizzati per i bambini.
Le sedi in cui è possibile fare valutazioni agli adulti sono ancora poco numerose. Per gli adulti non è indicato un trattamento riabilitativo. Essi possono utilizzare strategie e strumenti abilitativi (soprattutto informatici) in grado di agevolare le attività di studio e lavoro.


Qualcuno lo ha già provato e funziona!

Dislessia Catania. DSA Catania. Associazione Dislessia Vola digitando DSA di Vanessa Vinciguerra. Si occupa di Dislessia e di Disturbi specifici dell'Apprendimento a Catania.

Dislessia Catania. DSA Catania. Associazione Dislessia Vola digitando DSA di Vanessa Vinciguerra. Si occupa di Dislessia e di Disturbi specifici dell'Apprendimento a Catania.

Associazione Dislessia Vola.Digitando.DSA - C.F..90057660871 - Info@DislessiaCatania.it - Cell..345.2464145

Powered by www.MicheleAgosta.com